La Safety 2.0 negli Eventi e nelle Manifestazioni

Dopo piazza s. Carlo c’è stata una forte presa di posizione delle istituzioni: non si può morire per paura che qualcosa accada.cigno-nero-1024x819

Dopo solo 70 giorni dalla pubblicazione della circolare 555 del Capo della Polizia per i Piani di Emergenza Eventi e Manifestazioni, avvenuta il 7 giugno 2017, abbiamo rilasciato, a disposizione dei comuni, GPEM, impiegandolo per la prima volta a Terracina, per la festa delle Frecce Tricolori,

GPEM realizza il piano di safety coerentemente con le normative in vigore per tutti gli eventi e le manifestazioni.

Oggi GPEM è alla sua seconda release…

Oggi gli organizzatori devono dire alle istituzioni cosa pensano di fare per un evento, quanti visitatori interverranno e, dal canto loro, le istituzioni predisporranno un Piano di Emergenza cui l’organizzatore dovrà attenersi.

Le misure per la Safety sono definite rispondendo a quesiti ben precisi e poste in essere

  • dagli organizzatori relativamente, ad esempio, al numero di volontari, ai presidi medici, alle dotazioni,alla capienza massima ed al conteggio visitatori, agli allestimenti specifici di aree, ai punti informativi etc…
  • dalle istituzioni relativamente, ad esempio, alla viabilità, alle aree da adibire a parcheggio, al posizionamento dei mezzi per l’emergenza, alla definizione degli scenari di rischi e delle relative contromisure etc…

Dal Mesozoico al Cloud… la prevenzione emergenze può essere smart

Da inizio 2017 proponiamo ai comuni di digitalizzare il loro PEC eDinosaurios 1 renderlo vivo, costantemente modificabile e, soprattutto, condivisibile con la cittadinanza in una sua versione semplificata…

Basta coi piani comunali chiusi nei cassetti. Basta con piani che nascono già superati e fatti di cento pezzi separati.

La prevenzione è on line o non è, è cloud o non è, è pubblica, trasparente e condivisa o non è.

Tutti hanno diritto di sapere se le aree d’attesa sono disponibili,  se ci sono nuove minacce di cui tenere conto nella vita quotidiana (uomo avvisato…)…

Proponiamo REALPEC, l’unico progetto concepito per digitalizzare i Piani di Emergenza, metterli in cloud, renderli modificabili e costantemente aggiornabili ma, soprattutto, per condividerli con la Popolazione in modo semplice ed efficace.

E’ ora di cambiare passo, i siti comunali devono essere

  • il luogo della prevenzione vera e on line,
  • il luogo in cui conoscere cosa fare e dove andare se…,
  • il luogo in cui tutto è aggiornato 365 giorni all’anno.

 

Prevenzione per la sicurezza delle Persone disabili

accoglienzaCi siamo fatti un regalo.

Dopo uno slalom per salvaguardare privacy e dati sensibili abbiamo realizzato all’interno di GPEC una funzionalità che permette di creare ed aggiornare costantemente l’elenco, la collocazione ed il tipo di trasporto necessari per mettere in sicurezza tutti coloro che, in caso di emergenza, non sono in grado di spostarsi autonomamente o necessitano di un intervento ad hoc per raggiungere un’area di accoglienza.

L’elenco è aggiornabile costantemente ed è visibile da tutte le Organizzazioni abilitate sul territorio comunale (Forze dell’Ordine, VVF, Protezione Civile, CRI, Associazioni di volontariato etc etc).

Prevenzione Facile può sempre migliorare, scriveteci come

Ci vediamo a Tutelaspezia l’1 e il 2 ottobre, stand 33.