Coronavirus: Trino attiva sistema gestione emergenze

VERCELLI, 21 MAR –  Il Comune di Trino (Vercelli) ha attivato oggi la Piattaforma SGE (Sistema Gestione Emergenze), impiegata solitamente nei Comuni e nelle Unioni di Comuni per la prevenzione e la gestione delle emergenze e la digitalizzazione dei piani di emergenza municipali.

Nel caso dell’emergenza coronavirus, il costante impiego di SGE permette di individuare di volta in volta la migliore strategia di intervento, sia per il contenimento della diffusione dei contagi, sia per supportare la popolazione e in particolare anziani, disabili ed indigenti nell’affrontare questa difficile fase.

“Con questo sistema – spiega il sindaco Daniele Pane – abbiamo raggiunto il livello massimo di organizzazione possibile: per quanto riguarda, ad esempio, le mascherine chirurgiche per tutti i cittadini, in arrivo nei prossimi giorni, i controlli delle forze dell’ordine, le consegne a domicilio dei commercianti e il costante lavoro dei volontari. Ora sta a tutti i cittadini rispettare le regole, avere pazienza e restare a casa”.

Quali sono i compiti del Sindaco in Protezione Civile?

poltrona-sindaco285Nella struttura della protezione civile il Sindaco, come Autorità comunale di protezione civile, è chiamato ad affrontare con immediatezza l’impatto di un qualsiasi evento calamitoso ed a soddisfare le esigenze di primo intervento, imbastendo, così, le premesse per le successive azioni dall’esterno più adeguate e rispondenti. La Legge 24 febbraio 1992, n. 2252, “Istituzione del servizio nazionale della protezione civile”, amplia le competenze del Comune, estendendole a quelle attività di previsione e prevenzione che, nella sequenza operativa di un evento calamitoso, costituiscono a monte la barriera capace di contenere i fattori di rischio ed i danni causati da un evento sia naturale, sia provocato dall’uomo.

I compiti affidati ai comuni in materia sono stati meglio precisati ed integrati dall’art. 108 del Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 112, “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59”, ed individuati nelle seguenti funzioni:

a) attuazione in ambito comunale delle attività di previsione e degli interventi di prevenzione dei rischi;
b) adozione di tutti i provvedimenti necessari ad assicurare i primi soccorsi in caso di eventi calamitosi;
c) predisposizione dei piani comunali e/o intercomunali di emergenza e cura della loro attuazione;
d) attivazione dei primi soccorsi alla popolazione e degli interventi urgenti necessari a fronteggiare l’emergenza;
e) vigilanza sull’attuazione, da parte delle strutture locali di protezione civile, dei servizi urgenti.

(Fonte: Piano Emergenza Comunale Torino)