“Coronavirus: la nostra risposta alla seconda ondata”

Foto di cottonbro da Pexels

L’emergenza Coronavirus ci ha motivati sempre più a rafforzare il nostro obiettivo: dare un forte contributo alle Comunità per mitigare i rischi ed accrescerne la resilienza.

Dopo il lockdown, visti i notevoli risultati conseguiti dalla nostra piattaforma con la release SGE Sistema Gestione Emergenze, in previsione della seconda ondata abbiamo dato vita alla nuova release TEGIS-Resilientia aedificandA, che propone un modello operativo ancora più efficace nel mitigare i rischi presenti sul territorio comunale e, soprattutto, nel combattere la pandemia, dimostrando che in pochissimo tempo (sempre garantendo la privacy), con la collaborazione delle istituzioni comunali e la valorizzazione delle risorse presenti nei Centri Operativi Comunali (COC) e Intercomunali (COI), si può innalzare una barriera contro la minaccia del virus che ci ha messi e ci sta mettendo tuttora a dura prova.

TEGIS offre una soluzione efficace per combattere la pandemia, promuovendo la collaborazione tra le varie forze operative ed evitando sprechi di energie tramite l’impiego efficace ed ottimizzato delle risorse di cui il Comune dispone.

TEGIS si pone come obiettivo il superamento della crisi tramite il contenimento del virus, individuando e monitorando persone in quarantena e in isolamento, dando un supporto concreto alla popolazione mediante, ad esempio, la creazione di percorsi consegne di beni o medicinali per sostenere le persone in quarantena e gli appartenenti alle categorie più fragili quali anziani, disabili ed indigenti. In quest’ultimo caso un’impiego puntuale di TEGIS permette di ridurre gli spostamenti degli anziani senza farli sentire isolati né abbandonati.