SPI Certificazioni ISO
4ª GIORNATA DI STUDI PER LA POLIZIA LOCALE

17 Maggio 2022

Seminario su Sicurezza Manifestazioni, Piano di Emergenza e sicurezza dei dati
Image is not available

Iscrizioni aperte al Seminario “Sicurezza Manifestazioni, Piano di Emergenza e sicurezza dei dati: aspetti normativi e operativi” che si terrà l’08 Giugno 2022 dalle 09:30 alle 12:30 presso la Sede di ANCI Lombardia.

Collaborazione SINAPSI

03 Maggio 2022

Image is not available

Con la nostra piattaforma, TEGIS, siamo attivi in Puglia nella realizzazione dei Piani di Protezione Civile dei comuni di: Bari, Barletta, Bisceglie, Cellino San Marco, Cerignola, Molfetta, Conversano, Palo del Colle, Putignano, Sava, Trani, Giovinazzo, Laterza e Locorotondo.
Ora stiamo collaborando con i tecnici della Regione Puglia per garantire la massima condivisione dei dati con S.IN.A.P.S.I., la piattaforma regionale dedicata della Protezione Civile.
SPI opera per garantire la massima sinergia fra le Amministrazioni a beneficio delle famiglie e di tutte le realtà operanti nel territorio, come prevede la nostra mission: Resilientia Aedificanda est.

Primo Maggio Anzio

02 Maggio 2022

Image is not available

Al via agli eventi del programma AnzioPrimaEstate. Il ricco calendario è partito dal primo maggio, festeggiando i lavoratori con il concerto delle band locali e la coloratissima processione della comunità indiana Sikh, manifestazione religiosa, ma anche celebrazione della primavera.

La partecipazione è stata enorme e SPI ha collaborato perché la macchina organizzativa funzionasse senza intoppi e tutti potessero godere appieno dei festeggiamenti senza preoccupazioni.

Solo un anno fa il ritorno alla normalità sembrava ancora molto lontano, ma adesso è sempre più tangibile.

SPI è in prima linea nell’accompagnare questa ripartenza seguendo, come sempre, la sicurezza degli eventi con personale qualificato e il Piano Emergenza Eventi e Manifestazioni redatto con TEGIS.

Articolo Strategie Amministrative

18 Aprile 2022

PIANI DI EMERGENZA: MONITORARE IL TERRITORIO
Image is not available

Siamo sul numero di Gennaio-Febbraio della rivista Strategie Amministrative con l’articolo “Piani di Emergenza: monitorare il territorio”.

Si parla di TEGIS e del vantaggio di un piano digitalizzato, quindi facilmente aggiornabile e fruibile.

4ª GIORNATA DI STUDI PER LA POLIZIA LOCALE

15 Dicembre 2021

TEGIS a Terracina come sponsor della quarta Giornata di studi per la Polizia Locale
Image is not available

Siamo presenti come sponsor della quarta Giornata di studi per la Polizia Locale, che si tiene oggi 15 dicembre 2021, organizzata dal Gruppo Maggioli, con il patrocinio del Comune di Terracina e la collaborazione di Passiamo.
Durante la manifestazione vengono trattati vari temi: dalla Polizia giudiziaria alla Sicurezza Urbana fino alla trasparenza amministrativa nell’attività di Polizia Locale.
Obiettivo dell’evento è quello di aiutare i partecipati a muoversi al meglio all'interno della propria professione con consapevolezza e coscienza.

“Piano di Protezione Civile" del Comune di Terracina

14 Dicembre 2021

Approvato l'aggiornamento del “Piano di Protezione Civile" del Comune di Terracina realizzato con il supporto della Suite TEGIS
Image is not available

Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale - n. 80 del 25/11/2021 l'aggiornamento del Piano di Protezione Civile (PPC) del Comune di Terracina.
Grazie al supporto dei tecnici e all'utilizzo della suite TEGIS, il Comune di Terracina ha provveduto ad aggiornare il proprio Piano, già realizzato in precendenza con il nostro software.
Le informazioni ancora attuali sono state mantenute, mentre quelle che risultavano ormai obsolete sono state facilmente sostituite nel programma, adeguando rapidamente il Piano alle normative vigenti.

Uno studio sul Metodo di Valutazione Multirischio

05 Novembre 2021

Image is not available

La valutazione preliminare del rischio è importante quanto far fronte all’emergenza, se non di più.
Nonostante la consapevolezza che possano esserci dei rischi, a causa della complessità di una valutazione preventiva, spesso ci si limita a rafforzare le misure di sicurezza già esistenti, senza considerare chi e perché sia più esposto a determinati rischi.
Ed è qui che entra in gioco la valutazione del rischio o MRAM (Multi-Risk Assessment Method), un’attività di previsione che in pochi svolgono e che è oggetto della ricerca A General Multi-Risk Assessment Method for Natural Disasters and CBRNe Attacks a cura di Marco Carbonelli e Laura Gratta, pubblicata dall’International Information and Engineering Technology Association (IIETA).

Segni

08 Agosto 2021

Piano di Emergenza Eventi e Manifestazioni: prevenire per mitigare i rischi
Image is not available

Un buon “Piano di Emergenza Eventi e Manifestazioni” (PEM) può mitigare in maniera effettiva i rischi.
Un PEM va progettato caso per caso, decidendo in anticipo quante e quali risorse impiegare sul campo e le azioni che dovranno essere svolte all’avverarsi di una minaccia. Per fare ciò, è necessario tenere in considerazione il tipo di evento, il luogo e il flusso di persone che potrebbe parteciparvi. Lo scopo è proteggere l’incolumità di queste persone, ridurre al minimo i rischi a cui potrebbero essere soggette e agire in modo efficiente e tempestivo in caso qualcosa dovesse proprio decidere di andare storto. Nelle valutazioni preliminari va calcolato anche l’inimmaginabile, perché non c’è niente che non possa succedere e una buona attività di prevenzione deve tenerne conto.

Montalto

30 Luglio 2021

Approvato il “Piano di Protezione Civile" del Comune di Montalto di Castro
Image is not available

Approvato in data 30/07/2021 il nuovo Piano di Protezione Civile (PPC) del Comune di Montalto di Castro.
Il vecchio piano è stato digitalizzato tramite la suite TEGIS ed è ora possibile accedervi e modificarlo dagli uffici comunali così da tenerlo costantemente aggiornato e al passo con le normative vigenti.
Il piano è stato redatto da SPI con la fattiva collaborazione del comandante Ricci e di tutto il corpo degli agenti di Polizia Locale, senza il cui supporto non sarebbe stato possibile raggiungere l'obiettivo.

AgiD

28 Luglio 2021

TEGIS inserito nel catalogo del software SaaS di AGID
Image is not available

Sempre nell’ottica di garantire il miglior servizio possibile per i nostri clienti, abbiamo lavorato per l’inserimento di TEGIS all’interno del catalogo AgID come fornitori SaaS (Software as a service).
L’AgID è l’Agenzia per l’Italia Digitale e ha delineato una serie di requisiti minimi di affidabilità e sicurezza che un servizio in cloud deve possedere per poter essere adottato dalle PA.
TEGIS ha superato la verifica ed è pronto ad offrire i suoi servizi con sempre maggiore serietà e validità.

ISO

28 Luglio 2021

SPI ottiene le certificazioni ISO 27001, ISO 27017, ISO 27018
Image is not available

Con l’avanzamento della tecnologia ed un utilizzo sempre maggiore dei servizi in Cloud, la necessità di certezze sul trattamento dei dati sensibili e della privacy è sempre più pressante, oltre ad essere un argomento molto delicato.
Al fine di migliorare sempre di più il servizio offerto da TEGIS, SPI ha lavorato per ottenere le certificazioni ISO 27001, ISO 27017 e ISO 27018.
Tali certificazioni riguardano proprio la sicurezza e la privacy al livello informatico: la certificazione ISO 27001 è lo standard internazionale che descrive le best practice per un Sistema di gestione della sicurezza delle informazioni, mentre la ISO 27017 e ISO 27018 riguardano nello specifico il rispetto dei principi e delle norme della privacy, da parte dei providers di public cloud.

Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 aprile 2021

07 Luglio 2021

6 luglio 2021: la Presidenza del Consiglio emana una nuova Direttiva sui Piani di Protezione Civile
Image is not available

Pubblicata sulla Gazzetta ufficiale n. 160 del 6 luglio 2021 la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 aprile 2021 recante “Indirizzi per la predisposizione dei piani di protezione civile ai diversi livelli territoriali".
La finalità della direttiva è quella di omogeneizzare il metodo di pianificazione di protezione civile ai diversi livelli territoriali per la gestione delle attività connesse ad eventi calamitosi di diversa natura e gravità, secondo quanto indicato nell’allegato tecnico che ne costituisce parte integrante e sostanziale.
I Comuni devono impegnarsi ad aggiornare il Piano entro dodici mesi dalla pubblicazione di questa direttiva, secondo gli indirizzi Regionali.

previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow

Hai bisogno di aggiornare il tuo Piano di Protezione Civile?

Valutate da soli quale è il livello di completezza del Piano di Emergenza e Protezione Civile del vostro Comune, rispetto alle possibilità offerte dai sistemi TEGIS.

Our values

Valori

Il Territorio dove si vive è una ricchezza assoluta che va tutelata, soprattutto perché stanno rapidamente cambiando i termini di riferimento di come si sta al mondo (cambio del clima, nuove tecnologie, nuove energie “verdi”, spostamenti di popolazioni, nuovi mestieri).

I Comuni sono i primi responsabili della tutela del territorio a loro affidato e devono prepararsi a gestire i cambiamenti in modo continuo. Non basta reagire alle emergenze dopo che si sono manifestate. La realtà che ci aspetta cambierà molto più rapidamente che nel passato, non ci si potrà far trovare sempre impreparati.

Questo vuol dire diventare più Resilienti ai cambiamenti, cioè sviluppare la capacità di adattarsi ai cambiamenti senza perdere la propria identità, accettando però di spostarsi verso un nuovo equilibrio: niente potrà rimanere “come prima”.

SPI vuole aiutare le Organizzazioni e soprattutto i Comuni (e le loro aggregazioni) a presidiare il loro territorio, in particolare preparandosi a gestire le situazioni che ora sono considerate “emergenze” ma che dovranno diventare la “nuova normalità”.

In particolare ci riferiamo a:

  • emergenze idrogeologiche
  • emergenze sanitarie
  • emergenze che colpiscono “fasce deboli” della popolazione
  • emergenze a seguito di calamità sul territorio (frane, terremoti)
  • emergenze a seguito di incidenti industriali ed incendi
Valori

SPI fornisce gli strumenti informatici per:

  • comprendere e rappresentare correttamente le minacce
  • prevedere gli impatti e pianificare le azioni di mitigazione e gestione
  • aiutare i team di soccorso a comunicare fra di loro e con la popolazione
  • comprendere i benefici della prevenzione rispetto a subire le emergenze

e le competenze professionali per preparare piani e progetti specifici.

Our values

Valori

Valori

Il Territorio dove si vive è una ricchezza assoluta che va tutelata, soprattutto perché stanno rapidamente cambiando i termini di riferimento di come si sta al mondo (cambio del clima, nuove tecnologie, nuove energie “verdi”, spostamenti di popolazioni, nuovi mestieri).

I Comuni sono i primi responsabili della tutela del territorio a loro affidato e devono prepararsi a gestire i cambiamenti in modo continuo. Non basta reagire alle emergenze dopo che si sono manifestate. La realtà che ci aspetta cambierà molto più rapidamente che nel passato, non ci si potrà far trovare sempre impreparati.

Questo vuol dire diventare più Resilienti ai cambiamenti, cioè sviluppare la capacità di adattarsi ai cambiamenti senza perdere la propria identità, accettando però di spostarsi verso un nuovo equilibrio: niente potrà rimanere “come prima”.

SPI vuole aiutare le Organizzazioni e soprattutto i Comuni (e le loro aggregazioni) a presidiare il loro territorio, in particolare preparandosi a gestire le situazioni che ora sono considerate “emergenze” ma che dovranno diventare la “nuova normalità”.

In particolare ci riferiamo a:

  • emergenze idrogeologiche
  • emergenze sanitarie
  • emergenze che colpiscono “fasce deboli” della popolazione
  • emergenze a seguito di calamità sul territorio (frane, terremoti)
  • emergenze a seguito di incidenti industriali ed incendi

SPI fornisce gli strumenti informatici per:

  • comprendere e rappresentare correttamente le minacce
  • prevedere gli impatti e pianificare le azioni di mitigazione e gestione
  • aiutare i team di soccorso a comunicare fra di loro e con la popolazione
  • comprendere i benefici della prevenzione rispetto a subire le emergenze

e le competenze professionali per preparare piani e progetti specifici.

Servizi Professionali Innovativi

Our History

Chi Siamo

Mar
2014

SSP_logo


Abbiamo iniziato con SSP che si occupava del rischio territoriale e delle infrastrutture critiche.

Giu
2016


Con GPEC abbiamo aggiunto l'analisi multirischio e l'effetto domino.

Sett
2019


SGE implementa tutto il processo di gestione delle emergenze.

Ott
2020


Con Tegis costruiamo la resilienza.

Servizi Professionali Innovativi (SPI) ha una esperienza decennale nella gestione di situazioni di emergenza, sia come consulenza che come fornitura di sistemi per la prevenzione e la gestione delle emergenze.

Profilo di Francesco Maria Ermani

Francesco Maria Ermani PhD

fondatore e CEO, ex Manager in Multinazionali ICT, Disaster Manager, scenarista, docente di Comunicazione nell’emergenza nel master CBRNe presso l’università di Roma Tor Vergata, Security Manager certificato ISO 10459, esperto di metodi e strumenti per la Sicurezza Urbana Integrata, euro progettista, manager dell’innovazione (elenco MISE), coordinatore nella stesura di Piani della Protezione Civile. Dopo anni di esperienza sul campo, ha ritenuto fondamentale costruire una suite di soluzioni che operassero realmente e costantemente per l’innalzamento della resilienza delle Organizzazioni e dei Territori.

La prima versione dei sistemi per il risk management territoriale di supporto alla preparazione dei Piani di Emergenza Comunale (ora Piani Protezione Civile) risale al 2013 e da allora sono stati continuamente aggiornati e migliorati, fino ad arrivare, nel 2021, al sistema TEGIS, che permette di prevenire e gestire, con un’unica piattaforma GIS (georeferenziata) le emergenze comunali e sovracomunali, l’organizzazione della manifestazioni, la difesa delle fasce deboli della popolazione, ed il rischio sanitario (SARS COV2 e non solo).

SPI fornisce ai Comuni l’accesso immediato alle proprie soluzioni in Cloud, soluzioni che sono specializzate in base alle normative vigenti nelle regioni a cui appartengono i comuni. Le soluzioni sono continuamente aggiornate e tutti gli aggiornamenti sono immediatamente disponibili a tutti i Clienti.

SPI crede in un approccio consulenziale per aiutare i Comuni a gestire i diversi rischi alla sicurezza, e ha costituito un team di consulenti specializzati in:

  • Gestione e trattamento rischi territoriali
  • Gestione rischi in ambito Privacy (GDPR)
  • Gestione rischi in ambito Cyber
  • Preparazione Progetti per accedere a Finanziamenti

I Clienti SPI sono continuamente in crescita, in media del 20% all’anno, e annoverano anche Capoluoghi di Regione, di Provincia, e città con più di 250.000 abitanti.

SPI ha due sedi, nel Lazio e in Puglia e segue clienti in diverse regioni (Lazio, Puglia, Marche, Abruzzo, Lombardia, Piemonte, Sicilia) anche avvalendosi di partner territoriali.